Nuovi esami di revisione patenti e CQC dal 1 luglio

con Nessun commento

Nuovi esami di revisione patenti e CQC dal 1 luglio

Dopo il Decreto MIT del 15 febbraio 2016 “Esami di revisione delle patenti di guida e delle carte di qualificazione dei conducenti” , è la volta della circolare di chiarimento, che provvede a specificare ed a dettagliare meglio l’applicazione della nuova legge.

Detta circolare è uscita ieri 18 maggio 2016 e rende ufficiale la data di inizio degli esami di revisione secondo le nuove modalità: 1 luglio 2016.

Le voci che già circolavano nel settore (si veda l’articolo del 11 maggio scorso) si sono rivelate fondate.

rwvisione patente

Gli autisti sottoposti al pesante provvedimento della revisione dovranno dunque studiare su quiz che sono poi un estratto di quelli relativi agli esami di conseguimento delle stesse patenti. Il fatto che i quiz siano in numero minore rispetto a quelli previsti per gli esami di conseguimento non toglie nulla alla difficoltà dell’esame, tanto più che il tempo a disposizione è davvero limitato e si deve tenere presente che, a differenza di un normale conseguimento, non ci sono possibilità ulteriori: in caso di bocciatura si passa direttamente alla revoca della patente. Ma vediamo in dettaglio e per punti le nuove procedure da adottare nei casi di revisione.

REVISIONE PATENTI
Chi ha ricevuto il provvedimento di revisione della patente, ha tempo 30 giorni per presentare istanza per l’esame: se non la presenta, scatta la sospensione della patente.
Per fare domanda all’esame di revisione occorre presentare un’istanza su apposito modulo (si veda allegato alla circolare prot. 117) + copia del provvedimento di revisione + eventuale certificato medico della CML (se lo impone il provvedimento di revisione).
L’istanza ha validità 1 anno e consente di sostenere gli esami (1 di teoria e 1 di pratica) per una sola volta: se si è bocciati in una o nell’altra prova, si è soggetti alla revoca della patente. Se si passa l’esame di teoria ma non si ha tempo di fare l’esame di pratica, si può richiedere una nuova istanza ma dell’esito positivo dell’esame sostenuto in precedenza non si tiene conto: bisogna rifare tutto da capo. L’esame di pratica può essere sostenuto su un veicolo privo di doppi comandi ma deve essere presente una persona con funzione di istruttore.
Con patente revocata, al momento della successiva richiesta di conseguimento, si è obbligati anche a svolgere le esercitazioni obbligatorie con l’istruttore di guida (vedi anche circolare prot. 10162 del 2 maggio 2016)

REVISIONI CQC
Il provvedimento di revisione della CQC scatta quando il titolare azzera tutti i punti a sua disposizione, quando dunque commette gravi infrazioni alla guida.
La revisione CQC non richiede nessun certificato medico ma solo un esame teorico.
L’istanza ha sempre valore 1 anno.
Per il titolare di CQC merci + persone, l’esame teorico di revisione verterà su domande inerenti il veicolo con cui ha commesso le infrazioni con maggiore decurtazione di punteggio. Se la decurtazione è esattamente pari, l’esame verterà secondo il programma previsto per la CQC necessaria per la guida del veicolo su cui ha commesso l’ultima infrazione.
Se il titolare di CQC merci + persone viene bocciato, per riacquisire la sua CQC revocata dovrà sostenere invece 2 esami, 1 relativo alla CQC merci e 1 relativo alla CQC persone.